CHIP ASSICURATIVI PER LE AUTO, ADDIO BOLLINO DAL 2015

polstrada_t.jpg

Ecco una notizia che interesserà tutti gli automobilisti; dal 2015 via il bollino dell’RC auto e dentro i chip elettronici. Una vera rivoluzione che interesserà tutte le automobili italiane, continuate a leggere per maggiori dettagli!

Una notizia molto interessante arriva dal web, ma che in realtà è già diventata legge passata in parlamento il 9 Agosto. Non ne siete a conoscenza? Bene, questo allora è l’articolo giusto che vi informerà sull’arrivo dei chip a rilevamento elettronico per le automobili. La dematerializzazione dei documenti cartacei è un processo innovativo che richiede meno costi e meno produzione, anzi zero produzione di carta. Praticamente anzichè i classici bollini sulle auto, ci saranno dei chip installati nelle nostre targhe che tramite un lettore elettronico potrà accedere ad una banca dati centrale per verificare che i nostri documenti, ovverosia la nostra RC Auto, libretto ect, siano a norma di legge.

Questa legge poteva essere applicata già dal 9 Agosto, ma sappiamo che un tale processo richiede diversi anni per entrare a pieno regime di funzionamento. Secondo Vittorio Verdone: “Questo sistema servirà sia a contrastare la piaga delle auto che circolano senza assicurazione sia quella della falsificazione dei contrassegni. E stroncherà questo vero e proprio mercato clandestino. Non solo grave per la sicurezza stradale, ma anche costoso per la collettività onesta che paga i premi in maniera corretta. Gli stessi cittadini che oggi devono pure pagare per le vittime della pirateria stradale.” Secondo l’ANIA nel 2012 circolavano 3,1 milioni di veicoli senza RC auto, ovvero il 7% del totale. Impressionante la stima di Napoli dove si arriva al 30% delle auto senza RC! Le altre percentuali sono al Nord 4,6%, al Centro 6,4% e al Sud 12%. Tale chip entrerà in funzione e servirà anche per rilevare infrazioni nelle zone a traffico limitato ZTL, Tutor, Autovelox ed altri dispositivi. 

CHIP ASSICURATIVI PER LE AUTO, ADDIO BOLLINO DAL 2015ultima modifica: 2013-10-14T10:00:00+00:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento